KsiądzKazaniaPredicheTre parole sui soldi (18C)

Tre parole sui soldi (18C)

New York, St. Margaret, il 5 agosto 2007

 

Oggi, dobbiamo parlare dei soldi, perchè ne parla Gesù.
Vorrei dire in merito soltanto tre parole. 

1. La prima è la domanda:
"Che cosa raccogli nella tua vita?"
Puoi dire: Sono più ricco che 20 anni fa?
Puoi dire: Ho più soldi che 40 anni fa?
Gesù non ha detto: Non puoi accumulare il denaro.
Gesù non ha detto: essere ricco è un peccato.
Gesù ha detto: "Fate attenzione e guardatevi dall'avarizia, perché la vita di uno non consiste nell'abbondanza delle cose che possiede".
La domanda è:
"Che cosa raccogli nella tua vita?"
Puoi dire: Sono più santo che 20 anni fa?
Puoi dire: Prego meglio che 10 anni fa?
Puoi dire: Conosco Dio meglio che nel tempo quando ero bambino?
Puoi dire: ora, amo più mia moglie che nel giorno del nostro matrimonio?
"Che cosa raccogli nella tua vita?"
Sarebbe molto triste, perfino tragico morire col pieno stomaco ma con il cuore vuoto. 

2. La seconda parola è sulla verità.
È vero che i soldi sono i più importanti?
È vero che più ricchi sono più felici?
È vero che sei niente se sei povero?
Ringrazio Dio ogni giorno che egli mi ama non per la mia tasca o per la mia posizione.
Ringrazio Dio che ogni uomo ha lo stesso valore agli occhi divini: che il presidente degli Stati Uniti oppure il Papa non hanno più valore di quelli che muoiono di fame ".
Ringrazio Dio perchè egli dice agli uomini che pensano soltanto del denaro: "Sei stolto!”
Ringrazio Dio che lo dice in modo fortissimo perché non si può parlare con le parole belle quando si tratta del male inguaribile. 

3. L'ultima parola riguarda il nostro dovere.
Non vi conosco ancora, ma sono convinto che non soltanto qui, ma in ogni angolo della terra noi, cristiani, dobbiamo mostrare agli uomini il proprio atteggiamento ai soldi. Dobbiamo fare questo, perché è la questione della vita e della morte.

Noi, cristiani, non invidiamo agli uomini che sono più ricchi di noi.
Non ci preoccupiamo tanto del denaro.
Non ci lamentiamo quando non abbiamo tanti soldi.
Non diventiamo pazzi per la mammona. Non truffiamo nel lavoro.
Siamo onesti.
Paghiamo le tasse.
Non rubiamo.
Non siamo schiavi del Dollaro.
Siamo contenti di avere i soldi.
Ma siamo più felici quando abbiamo Dio, la famiglia, l'amore e la fede.
Siamo più felici di avere le cose che non passano mai.

Ecco la verità sul denaro...